Il ministro dei trasporti Paola De Micheli, come riporta  La Repubblica, avrebbe scritto una lettera oggi all’Enac “fissando la riapertura dello scalo Milano city, l’aeroporto di Linate,  il prossimo 13 luglio.

Sea, la società di gestione dello scalo milanese  – aveva chiesto un rinvio al ministero perché tenere i distanziamenti imposti causa Covid a Linate è estremamente complesso, complici anche i cantieri aperti per il proseguire dei lavori di ristrutturazione già precedentemente avviati. Inoltre, la frequenza dei voli per motivi di sicurezza dovrebbe essere ridotta da nove a due decolli all’ora. E la riapertura in queste condizioni causerà alla società – già sensibilmente messa alla prova a causa del crollo traffico provocato dalla pandemia – un buco ulteriore di circa 2,5 milioni di euro al mese. Forse è meglio temporeggiare e potenziare Malpensa anche se per il momento lavora a bassi giri e tutto concentrato presso il Terminal 1.