Immaginate per un attimo di trovarvi catapultati in una terra di confine tra Italia, Austria e Slovenia.
E’ una splendida giornata di sole di inizio settembre, cielo azzurro, totale assenza di nuvole.
Ovunque volgiate lo sguardo verrete catturati dalla bellezza dei paesaggi e, inoltre, da una grande cornice a forma di cuore da cui è possibile ammirare un Santuario ed un piccolo borgo.
Ci troviamo in uno dei punti panoramici più spettacolari delle Alpi Friulane e quello di cui vi stiamo parlando è il Monte Santo di Lussari, a 1790 m di altitudine.
Di buon mattino raggiungiamo la telecabina di Monte Lussari dove incontriamo Alessandra ed Ennio, ambasciatori ed esperti del territorio. Insieme prendiamo la telecabina ed in circa 15-20 minuti raggiungiamo la vetta.
A pochi passi dall’uscita della telecabina un’immensa cornice a forma di cuore desta immediatamente la nostra attenzione e ci lascia senza fiato. E cosa facciamo? All’istante immortaliamo il momento con una foto che ritrae la cornice con il Santuario del Monte Lussari ed il piccolo borgo sullo sfondo.
In pochi metri raggiungiamo il borgo e visitiamo il Santuario, il quale rappresenta da diversi anni il punto di riferimento di tre popoli: italiani, austriaci e sloveni.
Da qui iniziamo il nostro trekking lungo i tracciati che intersecano l’Alpe Adria Trail ed il sentiero del pellegrino. Grazie ad Ennio, guida esperta, che ci trasmette nozioni importanti sulla flora locale e, molto curioso, con un solo colpo d’occhio ci insegna ad individuare e distinguere i camminatori italiani da quelli stranieri. E come facciamo? Molto semplice dice Ennio: “pochissimi italiani fanno uso dei bastoncini da trekking, mentre invece quasi tutti gli stranieri li utilizzano!”.
I bastoncini da trekking sono particolarmente consigliati, specialmente lungo questo tipo di sentieri, in quanto apportano numerosi benefici tra cui ridurre le sollecitazioni soprattutto alle articolazioni di ginocchia e anca.
Percorriamo una sorta di anello tra discese e salite ricongiungendoci poi al sentiero che riporta al Santuario del Monte Lussari.
Pranziamo presso la terrazza del ristorante dell’Albergo Rododendro.
Contempliamo il paesaggio degustando una buona birra e dell’ottimo cervo in salmì!
La natura incontaminata e la magia del Monte Santo di Lussari accompagnano il nostro rientro in telecabina verso il parcheggio, rigenerati e colmi di gioia per l’emozionante escursione!